logo mushin-karate
logo mushin-karate

Memorial Walter Cavallo – Lanciano 28 maggio 2017

30 maggio 2017 | commenti: 0 commenti | Iacopo

memorial walter cavallo 2017 Lanciano

La tradizionale gara di fine anno del Mushin, anche stavolta è il Memorial Walter Cavallo, che si svolge a Lanciano da ormai 10 anni. Purtroppo l’evento cade lo stesso giorno in cui un grande calciatore dà l’addio alla sua squadra e quindi si verificano alcune defezioni. Ma gli atleti del Mushin non si perdono d’animo e la rappresentanza del maestro Walter Pulci, parte all’avventura per dare filo da torcere agli amici abruzzesi, e non solo. Infatti quest’anno il Memorial Walter Cavallo, riserva delle belle sorprese fin dall’elenco dei partecipanti: tra gli atleti vi è una rappresentanza delle Filippine e una rumena.

Alcuni atleti arrivano il sabato e si dedicano ad un rilassante giro per il centro di Lanciano, il resto della squadra invece si presenterà direttamente l’indomani al palazzetto dello sport.
Da segnalare che sabato sera si consuma una mega abbuffata a base di bistecche da mezzo chilo annaffiate da fiumi di Montepulciano… sarebbe anche normale, vista la prova ormai prossima, se non fosse che davanti alle enormi fette di manzo ci siano i genitori degli atleti e non i piccoli karateka!

Ma veniamo alla mattina della domenica. Puntuali come un orologio (a parte qualcuno che ha dimenticato il karategi a casa e quindi è costretto a ad una lunga deviazione) tutti gli atleti sono già schierati sui tatami alle 9 del mattino, ad assistere alla sfilata di apertura del Memorial Walter Cavallo. Tutte le squadre partecipanti vengono presentate fino a quella di casa, che è accompagnata dai familiari di Walter Cavallo. Segue qualche attimo di commozione.

E iniziano le gare!
La prima ad esibirsi è Stella, che esegue un eccellente katà e si piazza al secondo posto conquistando una meritata medaglia d’argento. Quindi dopo una lunga attesa, tocca a Carlotta: non ce n’è per nessuno, medaglia d’oro e gradino più alto del podio. Anche Federico non è da meno ed esegue un katà a dir poco perfetto che gli vale quasi 10 punti di vantaggio dal secondo classificato: ancora una medaglia d’oro. Le attese si fanno sempre più lunghe e anche lo stress pre gara, ma finalmente viene chiamato sul tatami Alin. Entra un po’ nervoso, ma esegue una gara spettacolare e anche lui è medaglia d’oro!
Quindi è la volta della piccola Sara che, tra una risata e l’altra, tira fuori un ottimo katà che le vale la medaglia di bronzo.

Tocca poi a Lorien, alla sua seconda gara in assoluto. Purtroppo sbaglia un passaggio e viene penalizzata dai giudici, tuttavia riesce a salire sul podio: un’altra medaglia di bronzo. In attesa dei cadetti, viene nuovamente chiamata Lorien sul tatami in una finale secca: ottimo katà ma la sua avversaria fa meglio: medaglia d’argento.
Sono ormai le 14, ma i cadetti ancora non vengono chiamati… che gli organizzatori se ne siano dimenticati? Quando ormai tutti pensavamo che l’oblio avesse colto i giudici, Matteo è chiamato a dar prova di sé. Esegue uno splendido katà per tutti, tranne che per un giudice, il quale gli nega l’ennesimo primo posto: è medaglia d’argento.
Finalmente viene chiamata anche Chiara (che nel frattempo ha recuperato il karategi dimenticato) e fa pagare a tutte le rivali la lunga ed estenuante attesa: prima e medaglia d’oro!

Infine, quando anche il carretto con panini e gelati ha ormai levato le tende, si esibisce Pietro in ben tre gare! Gli toccherà rinunciare alla cena, ma in compenso si porta a casa una medaglia d’argento e due di bronzo!

Che dire: ancora una volta la squadra Mushin ha fatto vedere di che pasta è fatta!
Un grazie a Walter Pulci, che qualcuno ha ribattezzato “il maestro che ti fa salire sul podio” e a tutti i ragazzi che onorano sempre con grande impegno ogni gara!
Ops, dimenticavo: un grosso ringraziamento anche ai genitori che tra levatacce, bistecche e corse intorno al raccordo, hanno reso possibile questa nuova avventura!

Galleria fotografica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *